Seppia in umido

La seppia rientra tra i molluschi privi di conchiglia e provvisti di tentacoli. La sua freschezza si riconosce dal suo aspetto lucido e dalla rigidità della carne.  Squisita e povera di grassi la seppia è ottima cucinata in umido ed è questo il piatto che vi propongo.

 

Ingredienti per 6 persone:

– 1 Kg. di seppie
– 150 g. di pomodori pelati
– olio e.v.o.  q.b.
– 1 spicchio di aglio
– vino bianco q.b.
– sale q.b.
– pepe q.b. (facoltativo)

Procedimento:

  1. Pulite le seppie eliminando le pelle, estraete l’osso e poi, dalla parte in cui è stato estratto l’osso, tagliate con le forbici da cucina la sacca  in modo che si apra a libro: la vescica con il liquido nero, il cosiddetto nero di seppia, può essere tenuta da parte per altre preparazioni particolari altrimenti eliminatela,  l’altra, posta in alto e contenente un liquido giallo scuro, può anch’essa essere utilizzata per insaporire; sempre servendovi delle forbici, eliminate dalla testa  gli occhi e la bocca. E’ consigliabile eseguire tali operazioni  vicino al rubinetto dell’acqua poichè spesso dovrete lavare i pezzi di seppia che dovranno risultare alla fine bianche.
  2.  Una volta nettate le seppie tagliatele a listarelle e ritagliatene  i tentacoli.
  3.  Mettete in una pentola quattro cucchiaiate di olio nel quale farete rosolare a fuoco dolce la cipolla e l’aglio tritati finemente.
  4. Quando le verdure si saranno leggermente dorate aggiungete le seppie e aggiustate di sale, lasciatele rosolare qualche minuto poi sfumate con un bicchiere di vino bianco.
  5.  Una volta evaporato l’alcool aggiungete i pomodori, fate cuocere mescolando per qualche minuto poi coprite con un coperchio e fate cuocere a fuoco moderato per circa un’ora. La seppia ha bisogno di cuocere a lungo quindi, se  si dovesse asciugare troppo il sugo,  aggiungete un cucchiaio di acqua o, se ne avete, del brodo di pesce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *