Archivi tag: limone

macedonia esotica su salsa tiepida di fragole

La ragione di questa denominazione  è probabilmente legata alla multietnicità che caratterizza la regione balcanica della Macedonia nella quale convivono  molte popolazioni diverse come Greci, Bulgari, Macedoni, Albanesi, Serbi, Turchi. Indubbiamente questa gustosa e variopinta preparazione ha colto la ragione della  necessità di una pacifica coesistenza degli esseri umani su questa terra  e cioè la inevitabile produzione di qualcosa di veramente speciale e buono per tutti. Oggi vi propongo una macedonia di frutta esotica come la papaya , il mango ed il kiwi.  La Papaya appartiene alla famiglia delle Caricacee ” Carica papaya” , originaria dell’America Centrale e Meridionale, essa  conta 25  specie e 50 varietà coltivate tra cui le più conosciute in Italia sono la Hortus Gold, Cera, Kagdum, Semangka. E’ un frutto  conosciuto come frutto della vitalità per le sue proprietà  toniche, energetiche e rivitalizzanti, è ricco di antiossidanti, di vitamina A e C ( più del kiwi e delle carote) e vitamina P, possiede molte fibre pochi grassi ed ha un basso apporto calorico (circa 39Kcal per 100 g). 
iI Mango, originario dell’India la cui etimologia  si rifà al termine indiano “tamil maangai” che  in  Portogallo  si trasformò in “manga” termine che viene citato in un testo portoghese del 1500,   appartiene alla famiglia delle Anacardiacee   è ricco di antiossidanti, vitamina A, B, C D, sali minerali come magnesio e potassio. Esso è considerato un frutto sacro dagli indiani che ne conoscono bene le innumerevoli proprietà e lo coltivano da tempi remoti.

Continua a leggere

Zeppolelle zucchero e cannella

A tutti i papà del mondo, per l’importanza che essi hanno per tutti i figli del mondo, dedico questa ricetta, antica e bellissima, tramandata da mia nonna che ho conosciuto solo in sogno ma dalla quale mi sono sentita sempre protetta. Ogni volta che preparo queste piccole zeppole pensando alla loro essenzialità e bontà disarmante, mi sorprendo a pensare che si può raggiungere la felicità con poco e con piccoli gesti e semplici ingredienti si può creare qualcosa di talmente buono da rassicurarci, da rinfrancarci, da farci sperare, da farci sentire voluti bene sempre e nonostante tutto .

Continua a leggere

Ananas con crema di mascarpone all’aroma di anice per “Frida”

Concludo il mio personale omaggio a Frida Kahlo con la ricetta di un dessert delicato ed avvolgente che per le sue qualità di freschezza e leggerezza si adatta benissimo ad essere degustato sia in inverno che d’estate. Tra gli elementi protagonisti di questo dolce si distingue l’ananas.  Si suppone che esso sia originario dell’America del Sud da cui deriverebbe l’etimologia del nome, gli indios infatti chiamavano questo frutto “anana” cioè “profumo”, d’altra parte si sostiene che il nome ananas potrebbe derivare anche da due parole arabe “ain-anas”   che significano “occhio umano” per della forma delle scaglie che ricoprono la polpa. Sono molteplici le proprietà benefiche di questo frutto tra le quali importante è l’azione digestiva, antinfiammatoria, antiossidante ecc. ma per sfruttare a pieno l’azione del principio attivo in esso contenuto, la bromelina, è preferibile consumarlo crudo.

Continua a leggere

Puntarelle scottate con salsina alle acciughe per “Frida”

Questo semplice piatto ha come base le puntarelle che rappresentano una varietà della cicoria asparago, chiamata anche catalogna, di cui si conoscono due tipi: uno, più alto e amaro, l’altro, più basso e caratterizzato da germogli che si nascondono all’interno del cespo noti anche come puntarelle. Questa verdura è ricca di fosforo, calcio e vitamina A, anticamente  Galeno ne vantava le proprietà medicamentose.
Normalmente si mangiano crude ma in questo piatto dedicato a Frida Kahlo le ho leggermente scottate e condite.

Continua a leggere